Home page


MOSTRA INTERNAZIONALE
DI SCACCHIE SCACCHIERE



12-21 APRILE 2003

JESI, Palazzo dei Convegni




IDEAZIONE
Attilio Anconetani

ORGANIZZAZIONE E COORDINAMENTO
Creative Project

UFFICIO STAMPA
Mauro Luminari
Tel. 0731/814079
Mobile 338/6002190
mauroluminari@gmail.com


Comunicato Stampa 26 Marzo 2003

Centotrenta scacchiere, o forse di più. Oltre quattromila scacchi. Uno scenario unico, una mostra intrigante e inquietante perché il gioco degli scacchi è tra i più antichi del mondo, in tutto il mondo. Culture diverse, agli antipodi, unite in qualche modo dalle strategie di Torri, Alfieri, Regine e Fanti. Attilio Anconetani, in questa mostra unica nel suo genere, presenta scacchi e scacchiere di tre continenti, molte decine di Nazioni, migliaia di regioni. Pezzi giganti o minimali, di grande valenza artistica o severa essenzialità. Pezzi assolutamente leggibili con immediatezza, da intenditori o semplici appassionati. Ma anche da chi non ha mai giocato a scacchi e nulla sa di strategia. Un gioco, gli scacchi, assolutamente popolare in Oriente e nei Paesi dell’Est, mentre in Europa diventa pratica psicologica per èlite. Chissà poi il perché. E negli Stati Uniti hanno pensato di costruire un grande computer in grado di calcolare milioni di probabilità e di mosse strategiche. E’ costato dieci milioni di dollari e l’hanno chiamato l’Invincibile. In quattro minuti è stato sconfitto da Karpov. Gli scacchi, mistero e fascino assoluti. Attilio Anconetani ci dà l’opportunità di entrare, almeno da visitatori, nel mistero e nel fascino di scacchi e scacchiere di tre continenti.

Comunicato Stampa 12 Aprile 2003


È stato l’assessore alla cultura Leonardo Animali a incontrare Attilio Anconetani, proprietario delle oltre 150 scacchiere da collezione poste in mostra, e a congratularsi con lui oltre che per la qualità della mostra, soprattutto per i quarant’anni da emigrante in Germania coltivando il sogno di questo regalo alla sua città. L’assessore ha ringraziato Attilio Anconetani a nome di tutta la città. Anconetani ha dovuto aprire la mostra ben prima delle 11 di ieri, perché la gente in attesa era molta e impaziente. Collezionisti e clan di giocatori di scacchi da tutta Italia sono giunti sabato e molti altri sono attesi nella giornata festiva e nel proseguo della mostra che si concluderà il 21 prossimo. Molti anche i curiosi che ammirano scacchi e scacchiere provenienti da tre continenti.

Comunicato Stampa 22 Aprile 2003

Si è conclusa ieri, lunedì 21 Aprile 2003, alle ore 20.00 la Mostra Internazionale di Scacchi a cura di Attilio Anconetani. Un grande successo di pubblico, oltre quattromila presenze, e di consensi per questa collezione unica nel suo genere che ha presentato a Palazzo dei Convegni oltre 150 scacchiere provenienti da tre continenti. Dieci giorni di mostra che ha richiamato gli appassionati di scacchi di tutta Italia, collezionisti e semplici curiosi. La De Agostini di Milano gli ha dedicato la home page del suo sito internet (www.ideahobby.it) e un lungo articolo della sua rivista, il “Chess International Club” di Roma lo vuole a tutti i costi come socio, la rivista specializzata Torre&Cavallo lo ha osannato come uno dei più grandi collezionisti di scacchi a livello nazionale. Un fiore all’occhiello per la città di Jesi, un vanto per l’assessore alla cultura Animali e per il sindaco Belcecchi che entrambi si sono congratulati con Anconetani per la cura e la qualità della mostra. <<Un sogno che si è avverato – dice commosso Attilio Anconetani – dopo quarant’anni da emigrante in Germania e da venditore in tutto il mondo. Una grande emozione che è arrivata a 66 anni. Ho voluto fare questo regalo alla mia città e i miei concittadini hanno risposto in gran numero, mi hanno dimostrato solidarietà e calore. Non lo scorderò mai>>.






:: home page







Copyright © 2006 Creative-project.it.

Privacy policy